Salta al contenuto
Venerdì 19 Dicembre 2014
Versioni alternative: dimensione testo

Rss



Pozzo

Al pozzo di ricerca si è affiancato un nuovo pozzo di sfruttamento, perforato sino alla profondità di 350 m ed avente un diametro di 15 pollici; la portata sfruttabile è pari a 15 l/s.
L'intervento, che comprendeva anche la realizzazione della cabina di pompaggio e la posa di idonea tubazione di collegamento al Centro Termale, è stato finanziato da Regione Piemonte, Comunità Montana e dal Comune di Premia per una spesa complessiva di 386.000 Euro.


Primo Lotto

immagine ingrandita Centro Termale di Premia - Vasche Interne (apre in nuova finestra) L'intero complesso termale sorge su un'area di 26 mila m2 di terreno acquistato dal Comune di Premia.
Il primo lotto, progettato dagli Ingg. Francesco Brambati, Roberto Vanoli e Valter Zanetta, comprende due corpi di fabbrica contenenti la piscina, gli spogliatoi e servizi, i depositi, i locali tecnici e la cabina elettrica.
I lavori, eseguiti dall'Impresa Eleca di Cantù e collaudati dagli Ingg. Berrino e Ruspa, sono stati ultimati il 29 marzo 2002 ed hanno comportato una spesa complessiva di 2.077.000,00 Euro, finanziata dalla Regione Piemonte (fondi Unione Europea) e dal Comune di Premia.


Secondo Lotto

immagine ingrandita Centro Termale di Premia - Vasche Interne (apre in nuova finestra) La progettazione del 2° lotto, affidata al raggruppamento temporaneo: architetti Fabrizio Bianchetti, Alfredo Castiglioni, Emilio Faroldi, Antonio Piva, Ingegneri Giuseppe Damiani, Giambattista Parietti, Geometra Arcangelo Morandi, ha previsto il raddoppio del corpo di fabbrica con la costruzione della piscina esterna, del depuratore, della sala congressi, del bar, dell'area d'accesso e reception, l'attrezzatura delle vasche interne e la realizzazione delle opere di viabilità, nonché il coordinamento tra le opere dei due lotti per rendere più fruibile l'intera struttura, ampliarne la capacità dell'offerta e contenerne i costi di gestione.
Il nuovo complesso termale, di oltre 10.000 mq, prevede impianti termali curativi e ludici.
Il progetto rielabora le specifiche funzioni termalistiche all'interno di un contesto architettonico rispettoso delle bellezze ambientali ed anche attraverso un'attenta interpretazione delle tipologie edilizie dei luoghi.
L'edificio di forma semplice reinterpreta, attualizzandone le tecnologie e la composizione architettonica, i modelli formali della tradizione locale.
immagine ingrandita Centro Termale di Premia - Vasche Interne (apre in nuova finestra) La costruzione prevede infatti un basamento in pietra locale (serizzo), pareti esterne rivestite in legno, una copertura in lastre di beola e grandi aperture vetrate che inquadrano i punti più suggestivi della vallata.
Il corpo di fabbrica ha un andamento ad elle che racchiude uno spazio, aperto verso sud, in cui si sviluppa una grande piscina esterna ludico - terapeutica.
Il percorso d'acqua prosegue, collegandosi anche verso l'interno, con altre piscine dedicate a varie funzioni terapeutiche: inoltre, saune, aerosol terapia, trattamenti in acqua completano la dotazione di benessere del centro.
Particolare attenzione è stata posta al complesso delle piscine composte da una vasca interna ed una esterna tra loro collegate da un canale con acqua.
Le piscine (poste al piano 0,00) risultano così articolate:

  • Vasca Interna: percorso vascolare - zona idromassaggio - vasca attrezzata - vasca per nuoto libero vasca nuoto bambini;
  • Vasca esterna: vasca ricreativa adulti - vasca ricreativa bambini - vasca comfort - Docce Termali
Al Piano + 4,50 è situata la zona fitness
Nel complesso termale sono presenti altre strutture funzionali e di servizio: reception / foyer - bar tavola calda - sala convegni/polifunzionale - terrazzo panoramico - spazio commerciale - ambulatorio medico - spogliatoi riservati, agli utenti, al personale ed assistenti - locali tecnici e di servizio - ampio spazio per futuri ampliamenti - parcheggi coperti - impianto di depurazione acque reflue - accesso diretto da S.S. 659 con strada privata - parco esterno e percorso salute - area per ampliamenti e future destinazioni.
I lavori delle opere del secondo lotto sono stati realizzati dalla ditta ELLEPI srl di Ragusa.
L'importo dei lavori è stato di 7.440.000,00 Euro - ed è stato finanziato dalla Regione Piemonte (fondi C.I.P.E.) e dal Comune di Premia.

Strettamente connessi al Centro Termale sono state eseguite anche le opere di:
  • completamento delle difese idrogeologiche per un importo complessivo di Euro 799.999,00. Il progetto esecutivo è stato predisposto dall'Ing. Stefano Chieu, geol. Paolo Marangon e dr. Falcini Luciano. I lavori sono stati realizzati all'A.T.I. MALEGORI e ROMEO s.r.l. di Monza.
  • realizzazione dell'acquedotto per un importo complessivo di Euro 160.578,00. La progettazione è stata curata dall'Ing. Valter Zanetta, ed i lavori sono stati realizzati all'Impresa CERINI GINO s.n.c. di Cerini Mario & c. di Crodo.
  • segnaletica ed impianto di illuminazione esterna del Centro Termale per un importo complessivo di Euro 51.522,00. La progettazione è stata curata dall'arch. Fabrizio Bianchetti. I lavori sono stati realizzati all'Impresa FRUA Cav. Mario S.p.A. di Villadossola. L'opera è stata realizzata grazie anche a contributi del G.A.L. Azione Ossola e dalle associazioni ASSOGRANITI V.C.O. e ASSOCAVE
La progettazione delle opere esterne è stata curata dalla geom. Flavia Grossi, Responsabile dell'Ufficio Tecnico del Comune di Premia, con la consulenza dell'arch. Fabrizio Bianchetti e del geom. Arcangelo Morandi, nell'ambito di un progetto di Valorizzazione Turistica dei parchi e centri Termali. Le opere sono state eseguite dalla ditta F.lli Valloggia srl di Borgomanero.
In particolare si è promosso con gli imprenditori del settore lapideo, aderenti alle associazioni di categoria ASSOGRANITI V.C.O. e ASSOCAVE, l'attuazione di percorsi didattici legati all'attività estrattiva con realizzazione di un parcheggio ed altri interventi, con l'utilizzo e la valorizzazione della pietra locale ornamentale.
L'opera complessiva ammonta ad Euro 675.700,00, con finanziamenti, oltre che dal Comune di Premia, dalla Provincia del VCO dalla Comunità Montana Antigorio Divedro Formazza e dal Comune di Baceno.

Altre funzioni terapeutiche sono in corso di realizzazione al piano - 4,50.
La progettazione dell'area Welness e degli arredi è curata dalla geom. Flavia Grossi, Responsabile dell'Ufficio Tecnico del Comune di Premia, con la consulenza dell'arch. Fabrizio Bianchetti e del geom. Arcangelo Morandi.
I lavori dell'area Welness sono stati affidati alla ditta AET srl di Bari. L'importo dei lavori è di 650.000,00 Euro, finanziati dalla Regione Piemonte e dal Comune di Premia.
L'"area wellness", comune per entrambi i sessi, si compone di: Sauna fillandese, biosauna con cromoterapia, bagno di fieno, bagno alle erbe con cromoterapia, bagno turco-thalasso, bagno a vapore-calidarium, wasserparadise con getti d'acqua termale, docce emozionali (a secchio, a pioggia tropicale e di ghiaccio), "sala relax" , zona "trattamenti pelle", "aerosol - terapia" ecc.

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite


Comunità montana delle Valli dell'Ossola - Sito Ufficiale
Via Romita n.13 Bis - 28845  Domodossola (VB) - Italy
Tel. (+39)0324.226611 - Fax (+39)0324.226666
Codice Fiscale: 92019590030 - Partita IVA: 92019590030
EMail: segreteria@umvo.vb.it
Web: http://www.cmvo.it

|