Salta al contenuto
Giovedì 23 Ottobre 2014
Versioni alternative: dimensione testo

Rss




La Via del Pane - L'Antico Borgo su "la Parè" (Il Borgo)

immagine ingrandita Località Drocala (apre in nuova finestra) DROCALA fu per lunghi secoli il centro abitato più consistente del territorio, fra quelli limitrofi di Cimamulera e di Calasca.
L'insediamento apre in fatti la storia della futura comunità castiglionese.
Il suo toponimo deriva probabilmente dalla parola greca dorcas con il significato di capriolo, animale che da sempre colonizza questi luoghi.
Il territorio e la comunità di Drocala (intendendo con essa tutte le frazioni sparse sulla costa del monte), era organizzato come Comune già nel 1200 ed offriva pascoli e campi prosperosi e un rifugio ideale, essendo nascosto su uno strapiombante sperone roccioso (denominato "la Parò", da cui in seguito anche (il toponimo della omonima località), e lontano dalla strada anzaschina che correva e corre molto al di sotto.
Il sentiero proveniente da Olino giunge in prossimità di un prato recintato con muri a secco denominato "cimitero pagano", che si presume fosse il luogo in cui - forse sin dall'anno mille - erano seppelliti i morti della "degagna di Drocalla".
Cappelle ed incisioni si trovano invece sparse in rocce e massi erratici, a dimostrazione della antichità del luogo.
immagine ingrandita L'Antico Borgo su 'la Parè' - Cartina (apre in nuova finestra) Divenuto col tempo frazione di Castiglione e poi maggengo ed alpeggio (ora molto frequentato nei fine settimana e in estate), le stalle ed i fienili dell'antico borgo in pietra racchiudono ancora il fascino della sua storia.
Anche il soprastante alpeggio della Colma (comodamente raggiungibile dal sentiero segnalato) era utilizzato dai pastori di Drocala e i contrasti scaturiti con la confinante Valle Antrona per il suo sfruttamento, culminarono con l'incendio del villaggio, appiccato dagli antronesi mentre gli abitanti si erano recati a Pie ve Vergonte per le funzioni religiose.
I dissidi continuarono nei secoli e terminarono ufficialmente solo nel 1927 con l'intervento del commissariato per gli Usi Civici.
Un moderno rifugio, frutto degli sforzi delle comunità anzaschine ed antronesi, è stato edificato recentemente (inaugurato il 17 luglio 2005) su quella cresta erbosa un tempo contesa.
Da Drocala passano e partono anche i sentieri diretti (oltre alla "tolma") anche per l'Alpe Preer (sud) e per la frazione Cresta (est).

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Comunità montana delle Valli dell'Ossola - Sito Ufficiale
Via Romita n.13 Bis - 28845  Domodossola (VB) - Italy
Tel. (+39)0324.226611 - Fax (+39)0324.226666
Codice Fiscale: 92019590030 - Partita IVA: 92019590030
EMail: segreteria@umvo.vb.it
Web: http://www.cmvo.it

|